Autostima, come migliorarla

di Valentina Cervelli 0

Spread the love

Come migliorare l’autostima? Questo è un discorso sul quale vi sarebbe bisogno di parlare ciclicamente. E la ragione sta nel fatto che l’attuale società sembra essere nata per distruggerla. Anche quando non ne è intenzionata.

Smettiamo di dare peso alle parole degli altri

Talvolta commenti poco lusinghieri, anche involontari, arrivano da persone che sicuramente non vogliono il nostro male. Ma che in aggiunta a quello che già il mondo ci propone rendono le situazioni spesso insopportabili. Parliamo ad esempio dei social network e dell’uso che alcuni utenti ne fanno. Possiamo parlare di troll quanto ci pare, ma in realtà anche la persona “normale” in alcuni casi, proprio per migliorare la propria di autostima, bullizza altre persone.

Come sempre senza che vi sia una ragione. Magari attaccandosi a una opinione o simili. Ecco questo non è un modo corretto di migliorare l’autostima. Perché prendere in giro una terza persona, essere cattivo, bullizzare gli altri dimostra solo la pochezza di animo che si ha. E una debolezza interiore che di certo non si placherà facendo “gli stronzi“, scusate il francesismo, con gli altri.

Migliorare l’autostima non è facile, ma non per questo bisogna attaccare gli altri per sentirsi più forti. Si tratta di una sensazione effimera che mette semplicemente in evidenza quando non si sia in grado di essere socialmente equilibrati. E diversi altri problemi.

Migliorare l’autostima comprendendosi

Per migliorare l’autostima davvero è importante parlare con sé stessi, dare vita a introspezione. È importante perché in questo modo si può capire cosa disturba il nostro benessere e tentare di risolvere il problema. Non ci si deve stupire che non sia facile. Stiamo comunque lavorando su un nostro modo di essere, su qualcosa che non è come vorremmo e che ci fa stare male.

Questo non significa però che non sia impossibile migliorare questo stato. Talvolta c’è davvero solo bisogno di comprenderci meglio per ottenere quello scatto mentale in grado di farci vedere le cose in modo differente. Certo un po’ si soffre, come sempre accade quando guardiamo in noi stessi. Ma è una sofferenza utile perché porta a un cambiamento in meglio.

Per migliorare l’autostima poi bisogna smettere di dare un peso eccessivo alle parole degli altri. Soprattutto a ciò che viene detto per ferire. Nei casi in cui è involontario ma soprattutto quando è volontario. Quel che esce di cattivo dalle bocche degli altri connota quello che sono loro, non quello che siamo noi.

Cerchiamo di vederci nel modo giusto, ricordando che la perfezione non esiste e che amarci, non è poi così difficile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>