Superare la paura di volare con la Voglia di volare

di Paola P. 2

Paura di volare, l’aviofobia. Un timore molto comune (colpisce sei italiani su dieci) che affonda le radici nell’angoscia che deriva dal senso di impotenza, una volta in volo, quel sapere di aver affidato il proprio destino ad un velivolo ed al pilota che sfidano il vuoto, appesi ad un’incertezza, tenendo con il respiro sospeso fino al momento dell’atterraggio, incolumi.
Quando arriviamo a destinazione, dopo aver viaggiato in auto, fateci caso, non ci sentiamo dei miracolati come quando scendiamo dall’aereo. In tal caso, all’arrivo, ci sembra quasi di essere sopravvissuti.

La sfida più grande, però, sarebbe proprio sopravvivere a quella paura di volare, superare la fobia e non lasciarsi soccombere. Sono tante le terapie possibili, dai semplici rimedi naturali che alleviano un timore leggero, dalla terapia tradizionale a quella virtuale che cura la paura irrazionale più profonda e limitante, l’aviofobia, per evitare lo scatenarsi di attacchi di panico, simulando il volo.

Un aiuto viene anche dall’Alitalia che ormai da dieci anni, grazia al corso Voglia di volare, fornisce un supporto concreto agli italiani con l’ansia del volo. Negli ultimi cinque anni, senza tranquillanti né sonniferi, il programma ha curato ben 2 mila persone. Ce ne parla Ilaria Pedrini, responsabile del progetto:

Il corso dura due giorni, e comprende una fase teorica in aula, l’approfondimento delle tematiche tecniche, la simulazione del volo presso i simulatori Alitalia, l’apprendimento di tecniche di rilassamento.

E il secondo giorno? Il secondo giorno si vola!

Un volo di andata e ritorno Roma-Linate, con lo staff del corso che accompagna i partecipanti passo dopo passo.

Le percentuali di successo sono piuttosto alte, pensate che

Il 93 per cento delle persone dopo il corso supera la paura di volare, senza bisogno di aiuti farmaceutici che noi anzi sconsigliamo. Perché quella del volo non è una paura, è un’ansia che deriva da problemi che non c’entrano niente con l’aereo in sé. Con l’aiuto di tre psicologi, ma anche dei comandanti e del personale, aiutiamo queste persone a superare le loro ansie, trovando la forza in sé stessi.

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>