Volersi bene, anche attraverso il make up

di Valentina Cervelli Commenta

Volersi bene può passare attraverso tante azioni: tra di esse vi è anche l’uso del make up. Quello che spesso viene considerato come un “vizio” o qualcosa rivolto solo ad un ipotetico desiderio di piacere agli altri è in realtà un ottimo strumento per accrescere la propria autostima.

C’è un concetto che deve entrare bene nella testa delle persone: se si fa uso di make up non lo si fa per piacere agli altri, ma per stare bene con se stessi. Quei piccoli cambiamenti che la cosmesi mette a disposizione di chi usa questi prodotti non devono essere considerati una maschera che le persone usano per non affrontare il mondo ma uno strumento per la persona per amarsi davvero. Prendersi cura di sé, qualsiasi sia la metodologia è semplicemente sintomo di volersi coccolare e trattarsi con rispetto.

Bastano spesso un eyeliner o un rossetto per mettere il sorriso sulla bocca di un’anima travagliata: non importa la quantità di make up utilizzato: l’importante è darsi la possibilità di poterlo indossare senza giudicarsi o sentirsi giudicati per questo. Sono le piccole cose spesso a dare spazio ai grandi cambiamenti ed i cosmetici sono come delle piccole chiavi che possono aprire le porte con le quali raggiungere la serenità.

E tutte le chiacchiere del mondo da parte di chi non capisce non devono portare le persone a rinunciare a qualcosa che amano. Il make up è un modo tra i tanti con i quali sentirsi bene e volersi bene: per quale motivazione rinunciarci?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>