Natale e stress, un aiuto alle mamme

di Valentina Cervelli 0

Spread the love

Il Natale è una festa importante quasi sempre caratterizzata da molta gioia e calore per tutti: per le mamme, le donne della casa può diventare però una occasione di forte stress.  Vediamo cosa succede e come tentare di ovviare a questo problema.

Dare aiuto alle donne per un natale senza stress

Le donne di casa, per tradizione, si occupano di organizzare le celebrazioni delle festività e questo comporta, tra le altre cose, pianificare il menu e prepararlo in base ai desideri e alle allergie degli invitati, organizzare la casa e i giochi, accogliere gli ospiti e, almeno in teoria, adeguarsi ai look della festa cercando di evitare tute o pigiami. Questo perché a Natale di solito si ricerca la perfezione e tutti quanti vogliamo sembrare sempre al top in questo periodo.

Eppure per vivere al meglio questo periodo, soprattutto per le mamme che si trovano a dover gestire tantissime cose, basterebbe semplicemente cercare di meno la perfezione. È naturale, il Natale porta con sé molte cose da fare e si tende a volerlo passare in compagnia, ma questo non significa dover far finta di non aver bisogno di un aiuto o cercare per forza di apparire come in realtà non si è. I preparativi stancano: perché non condividerli con gli altri membri della famiglia che sono in grado di cucinare o semplicemente di tenere un coltello in mano e utilizzarlo?

Stress donne è un problema di tipo culturale

Lo stress natalizio delle donne, va accettato, è prima di tutto un problema di tipo culturale: la tradizione vuole che la casalinga prepari il cenone: l’anacronismo sta nel fatto che le donne lavorano, sono mamme, possono essere stanche o non avere voglia di ammazzarsi di lavoro per via di stupidi stereotipi di genere.

Lo stress è una risposta fisiologica a determinate stimolazioni: per aiutare le mamme e in generale le donne ad affrontare al meglio le feste di Natale la prima cosa da fare è scegliere quali tradizioni portare avanti e quali lasciare indietro. In questo modo non vi saranno aspettative alle quali rispondere e quindi nessuna ripercussione sull’umore o sull’autostima: materialmente parlando tutti dovranno partecipare nell’organizzazione del Natale nella capacità in cui verrà richiesto. E quindi cucina, organizzazione delle attività e pulizia della casa dovranno essere condivise.

Per stare effettivamente bene si dovrà trovare il tempo da dedicare a se stessi: non per ricercare la perfezione delle feste, ma per coccolarsi e liberarsi in modo generale dallo stress. E le mamme dovranno mettersi in testa che divertirsi è anche un loro diritto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>