Mantenere la calma, ecco come fa il cervello

di Valentina Cervelli Commenta

Mantenere la calma?Ecco come lo fa il cervello. Insegniamo sempre come lavorare su se stessi per non perdere il lume delle ragione e rimanere tranquilli per non finire dalla parte del torto ma come hanno sottolineato i ricercatori del Medical Research Council in Gran Bretagna anche l’encefalo ci mette la sua parte.

In particolare gli scienziati hanno scoperto quello che è il percorso neurale che impedisce agli istinti più profondi e talvolta incontenibili, di prendere il sopravvento sulla ragione. E’ questo meccanismo che quasi sempre blocca l’aggressività e l’impulsività nei contesti sociali. Ed è anche quello che frena l’istinto sessuale.

E’ la corteccia prefrontale che comunica con tronco encefalico, l’area del cervello dove hanno origine gli istinti primitivi e intima allo stesso di “placarsi”. Questo non elimina l’istinto ma semplicemente blocca il passare all’azione. La squadra di scienziati, coordinata da Cornelius Gross, ha scoperto il percorso studiando l’etologia e la fisiologia di alcune cavie da laboratorio. Notando che i topolini più deboli attaccati dagli altri mostravano un indebolimento della connessione nervosa tra le due aree del cervello i ricercatori hanno ricreato tale indebolimento a livello farmacologico su quelli più forti ed è emerso che era possibile scatenare la stessa reazione di agitazione e paura.

Lo studio, pubblicato sulla rivista di settore Nature Neuroscience,  non solo ha aperto la strada alla comprensione di alcuni meccanismi cerebrali come quelli che ci aiutano a mantenere la calma ma, proprio per questo motivo, getta le basi per lo sviluppo di possibili nuove terapie relative ad alcune malattie mentali legate al malfunzionamento della suddetta inibizione.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>