Lavori poco stressanti: quali sono? (seconda parte)

di Francesco Russo 1

Allentare la tensione e lo stress lavorativo: queste devono essere le prerogative di tutti coloro i quali hanno un impiego. Si dice che il lavoro nobilita l’uomo, ma troppo può fare davvero male. Molto spesso lo stress è dovuto al fatto che si fa un bilancio della propria vita e non si ritiene di aver raggiunto gli obiettivi sperati in tempo.

In realtà, non si deve assumere un atteggiamento pessimista, ma si deve pensare di poter fare sempre meglio, in quanto il destino cambia le carte in tavola in ogni momento. Problema più grande si presenta, invece, quando diventa difficile conciliare la vita lavorativa con la propria vita familiare. In questo caso, bisogna fare attenzione a non perdere concentrazione e a non focalizzarsi soltanto su uno dei due protagonisti. Inutile è quello di confrontarsi con colleghi e paragonarsi ai loro risultati. Ognuno deve pensare a se stesso, tranquillizzarsi e continuare a lavorare.

Per alleggerire lo stress lavorativo cosa si può fare realmente? Se i consigli iniziali, come quello di rilassarsi, di seguire un ritmo lavorativo più basso e di dedicarsi all’attività fisica, non funzionano, allora ci si può rivolgere a strutture di assistenza dentro e fuori il posto di lavoro che possano alleggerire il soggetto dallo stress accumulato. Ma, secondo una recente ricerca, sembrerebbe che la maggior parte delle persone oggi si rivolgano ai farmaci per poter contrastare lo stress lavorativo, soprattutto per quanto riguarda le donne.

Il magazine “Grazia” ha sottolineato come le donne di oggi siano molto stressate, ma che nonostante questo non vogliono fare a meno del proprio lavoro e decidono per questo di ricorrere a farmaci e integratori. L’indagine è stata condotta su oltre duecento lavoratrici anglosassoni. Due terzi delle donne intervistate hanno dichiarato di amare il proprio lavoro, ma nonostante questo una donna su dieci preferisce ricorrere a medicinali per poter combattere lo stress lavorativo e alcune trovano anche come soluzione il congedo per maternità.

Foto Credits| @boetter su Flickr

Commenti (1)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>