Dormire meglio, come svegliarsi con la giusta energia

di Valeria Del Treste 3

Oltre all’insonnia, che come vi abbiamo detto nei precedenti post può essere curata con la Talk Therapy, esistono altri fattori che influenzano il sonno; nella maggior parte dei casi si tratta di abitudini quotidiane alla quali facciamo poco caso, eppure spesso rappresentano le cause principali del cattivo risveglio.

Per sfruttare al massimo il sonno possiamo utilizzare molti piccoli accorgimenti che ci permetteranno di alzarci con la giusta energia ed affrontare la vita con grinta.

L’organizzazione prima di tutto. E’ molto importante seguire una routine giornaliera che rispetti l’orario in cui andiamo a dormire e quello in cui ci alziamo, ovviamente dedicando al sonno le ore necessarie.

Evita ansia e tensioni inutili prima di coricarti, perchè oltre al rischio dell’insonnia possono diminuire la qualità del sonno con incubi o bruschi risvegli; quindi la sera evita discussioni, film thriller e pensieri negativi e soprattutto quello che devi fare il giorno dopo. La notte serve per dormire e pensare ossessivamente ad impegni o problemi di certo non li risolverà. Per lo stesso motivo è importante ridurre il consumo di the e caffè soprattutto nel tardo pomeriggio e nella sera e non abusare di alcolici; questi infatti spesso la sera sembrano stimolare il sonno, ma la mattina dopo ne subiamo gli effetti spiacevoli, come malditesta e disidratazione.

Segui una dieta completa e bilanciata e mangia in modo vario ma coerente, senza digiuni o abbuffate sporadiche ed in particolare assumi cibi contenenti vitamina c, calcio e magnesio.  Organizza al meglio la tua camera da letto, con un cuscino adatto alle tue preferenze ed un materasso ortopedico, che oltre a garantirti un riposo ottimale ti aiuterà ad evitare di svegliarti con i dolori alla schiena ed alle ossa. Infine fai movimento; fare attività fisica da una parte rigenera l’organismo e dall’altro provoca la giusta stanchezza per addormentarsi in poco tempo ed avere un sonno soddisfacente.

Commenti (3)

  1. Molto interessante, quando ho tempo vado a leggermi qualcosa sulla talk therapy. Mi piace come tu abbia riassunto diversi aspetti fondamentali del dormire bene in poche righe, corto ma utile!

    Solo una cosa: per quanto è vero che fare attività fisica migliori la qualità del sonno, io reputo che se la si fa fino a due ore prima di andare a dormire si ottiene l’effetto opposto: difatti il corpo è ancora pronto agli sforzi fisici, e addormentarsi risulta difficile. Magari era questo che intendevi, ma non si capisce molto bene dal tuo post. 😉

  2. @ Mindcheats:
    Ciao Mindcheats e grazie per i complimenti! Hai ragione, potevo essere più precisa 🙂
    continua a seguirci!
    Vale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>