Ottimismo, chi dorme poco non prenda decisioni!

di Paola P. 2

L’ottimismo, positivo ma nelle giuste dosi… di sonno! Pensiamo a chi compie scelte azzardate e rischiose perché non vede i rischi ma solo i potenziali benefici. Si può sbagliare per troppo ottimismo? Secondo quanto rivela un recente studio condotto da neuroscienzati afferenti al Duke University Medical Center, .

A sorpresa, a rischiare di compiere gesti irrazionali per un eccesso di positività sarebbero le persone che dormono poco. Gli autori della ricerca consigliano pertanto di non prendere decisioni se si è privati del sonno da molte ore.

Pensiamo ai giocatori d’azzardo che tirano tardi sui tavoli da gioco. Gli scienziati hanno mostrato, con una risonanza magnetica funzionale, che una notte insonne porta ad una maggiore attività cerebrale nelle regioni che valutano gli esiti positivi, mentre allo stesso tempo non dormire porta alla diminuzione di attività delle aree del cervello che elaborano gli esiti negativi.
La perdita di sonno compromette la nostra capacità di prendere decisioni non soltanto per gli effetti che ha sulla soglia di attenzione e sulla memoria ma anche per il modo in cui il cervello valuta il valore economico delle scelte quando non è riposato, ovvero aumentando la sensibilità alla possibilità di ottenere grosse ricompense e trascurando le conseguenze negative e gli esiti fallimentari di progetti azzardati.

I ricercatori hanno testato un campione di persone che dovevano prendere una decisione su attività economiche, la prima volta alle 8 del mattino dopo una notte di sonno, la seconda volta alle 6 del mattino dopo una notte insonne. I risultati diversi se non opposti hanno suggerito che dormire fa decisamente la differenza. Proprio come avviene con i giocatori nei casinò, non dormire porta infatti a percepire in misura minore i rischi sul bilancio finanziario che derivano da scelte avventate, a vedere solo le prospettive di lauti guadagni. Oltre che per i giocatori d’azzardo, questa ricerca sarà utile anche per chi svolge professioni che espongono ad uno stress da lavoro non indifferente, come i medici, ad esempio, o ancora i broker. Non dormire abbastanza potrebbe fargli prendere decisioni avventate.

[Fonte: “Sleep-deprived people make risky decisions based on too much optimism”, Duke University Medical Center]

Commenti (2)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>