Fidget spinner, l’antistress (antico) del momento

di Valentina Cervelli Commenta

Il 2017 verrà ricordato, tra le tante cose per il fidget spinner, un antistress antico che le persone ansiose usano da una vita e che la popolazione in generare, per gioco o utilità, ha reso il più venduto sia in Italia che nel mondo. Ma come funziona?

Il fidget spinner è un gadget, un “gioco” di plastica o metallo molto simile ad una trottola che la persona può tenere tra le dita. Esso è formato da un perno centrale intorno al quale ruota una struttura spesso composta da tre estremità arrotondate. La cosa bella di questo oggetto è che sebbene spesso venga venduto come ludico, la sua natura di antistress gli regala una molteplicità di approcci di utilizzo: regole non ve ne sono e per sfruttarne le caratteristiche benefiche basta tenerlo per il perno centrale e dare un colpo alle “pale” per farle girare. Nulla di più e nulla di meno, anche se Youtube ed i social network sono pieni di video che ne spiegano il funzionamento. Un consiglio è quello di non crearsi stress per impararne l’utilizzo: esso deve essere utilizzato nella misura e nel modo che possano essere di conforto alla persona stressata o ansiosa.

Quando definiamo questo antistress “antico” lo facciamo perché, pur essendo una tendenza del 2017,  esso è stato creato nel 1993 da Catherine Hettinger per aiutare i bambini con disturbi dell’attenzione ed iperattivi a mantenere la concentrazione e a scaricare lo stress. Uno dei motivi per i quali essi dovrebbero non essere utilizzati da ragazzi che non hanno tali problemi in contesto scolastico perché al contrario, in questo caso, fonte di distrazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non verrà pubblicato.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>